Dal 1998, tanti tentativi di imitazione!                       

 





CAPOTOSTI

 

 

 

CORSA DI MIGUEL 2017: IL PETTORALE NUMERO 1 AL MEZZOFONDISTA MARCHIGIANO SAMUELE GRASSELLI

Sarà Samuele Grasselli, il mezzofondista di Camerino, plurivincitore della Corsa alla Spada, tradizionale palio della cittadina marchigiana, fra i fondatori dell'associazione “Io non crollo” formata dopo il terremoto, a indossare il pettorale numero uno della Corsa di Miguel il prossimo 29 gennaio. "E' un omaggio al modo di vivere lo sport e all'impegno sociale di questo ragazzo conosciuto proprio nelle ultime settimane, quando è nata l'iniziativa del viaggio che porterà a Roma a gareggiare nella Corsa di Miguel tanti podisti marchigiani delle zone del sisma", spiega il presidente del Club Atletico Centrale, Giorgio Lo Giudice.

Grasselli è uno specialista dei 1500 metri, corsi anche in un Golden Gala. Subito dopo il terremoto è stato costretto però a lasciare da parte l'atletica per impegnarsi a fianco dei vigili del fuoco nel lavoro di difesa e di messa in sicurezza del patrimonio artistico della città. Fra i legami della Corsa di Miguel con le popolazioni colpite dal sisma anche la decisione di scegliere come ristoro le lentine di un biscottificio di Caldarola, altro comune del maceratese colpito dal terremoto.

Intanto prosegue il conto alla rovescia  verso l'appuntamento della Corsa del 29 gennaio, che si concluderà all'Olimpico. Mercoledì 18 la manifestazione sarà presentata alla sala rossa delle piscine del Foro Italico alle 11 e 30.

PULLMAN, GEMELLAGGI FRA SCUOLE, RISTORO: LA CORSA DI MIGUEL PER I COMUNI DEL TERREMOTO 

La Corsa di Miguel 2017 vicina alle popolazione colpite dal terremoto del centro d'Italia. Il 29 gennaio, nella gara podistica che si concluderà allo Stadio Olimpico per ricordare il maratoneta-poeta argentino desaparecido, ci saranno anche i podisti delle zone colpite dal sisma. Tre pullman, da Amatrice, Norcia e dalle Marche, raggiungeranno la zona del Foro Italico. Nei primi due casi, l'invito è rivolto agli istituti superiori, nel terzo alle società podistiche. Fra le prime adesioni, quelle dell'Avis Sarnano, della Podistica Castelraimondo e del Cus Camerino, che con Roberto Scalla cura il coordinamento organizzativo del viaggio a spese della Corsa di Miguel.

Sarà invece il biscottificio Annavini di Caldarola, che continua il suo lavoro in uno dei comuni colpiti dal sisma, ad assicurare il ristoro del 29 gennaio. Mentre gli studenti del progetto alternanza scuola-lavoro della Corsa di Miguel stanno scrivendo un piccolo "atlante" delle identità sportive dei comuni del terremoto: l'idea è nata al liceo Talete di Roma, con l'incontro con Bruno D'Alessio, organizzatore della mitica Amatrice-Configno. Ogni pagina conterrà contatti e idee per aiutare la "ripartenza" delle zone colpite il 24 agosto e il 30 ottobre. E per ricordare questa possibilità, a tutti i partecipanti verrà regalata una bandana del cuore con i nomi dei comuni terremotati.

Intanto, in 100 edicole di Roma (per le non competitive sui 10 e i 4 km), e sul sito www.lacorsadimiguel.it sono partite le iscrizioni. Si correrà dunque per la memoria e per il futuro, con l'aiuto di tanti studenti delle scuole romane, organizzatori e "comunicatori" della Corsa.


 




Running In Rome

 

IL MARATONETA ©
notiziario in linea del Marathon Club Roma