lf

       
Dal 1998, tanti tentativi di imitazione!                       

 
 





gr

 

 

 

Il prestigioso trofeo è andato a Diego Nappi e a Alice Calvaruso. Fra le società titoli per l’ Astra Atletica Roma (cadetti), Fiamme Gialle Simoni (cadette e allievi) e Acsi Italia Atletica (allieve). Demoliti cinque primati della manifestazione

RAFFICA DI RECORD E DI GRANDI PERFORMANCE NELLA 55^ EDIZIONE DEL TROFEO BRAVIN

E’ stata un’edizione davvero straordinaria, la numero 55, del Trofeo Giorgio Bravin di atletica leggera quella andata in scena allo Stadio Paolo Rosi di Roma. Oltre 839 atleti hanno dato vita a gare di altissimo livello che hanno confermato la crescita del movimento e la qualità dei nostri allievi e cadetti che certamente potranno regalare ai colori azzurri grandi soddisfazioni.

La manifestazione è stata nobilitata dalla presenza di numerose autorità sportive e politiche che attestano l’attenzione delle istituzioni per un evento che va annoverato fra quelli di maggiore appeal del panorama romano.

Riccardo Viola, presidente del Coni Lazio, Alessandro Onorato, Assessore allo Sport, al turismo e ai Grandi Eventi di Roma Capitale, Claudio Barbaro, Presidente di Asi Nazionale, Roberto Cipolletti, presidente di Asi Roma, Maurizio Barbieri, vice presidente vicario della Fidal Lazio, Alessandro Cochi, componente Giunta Nazionale Asi, Fabrizio Ghera consigliere della regione Lazio sono stati solo alcuni dei presenti che hanno voluto portare il loro saluto agli atleti in gara.

Venendo alle gare da registrare risultati davvero di altissimo valore tecnico, nell'occasione sono caduti ben sei primati della manifestazione.

Il sardo Diego Nappi (Porto Torres) una performance di grandissimo rilievo tecnico negli 80 mt.cadetti  ha stabilito il nuovo limite del Bravin 9.06. Lo ha emulato Beatrice Daly  negli 80 ostacoli cadette che  con 12.22 ha superato il precedente limite di 12.37. Sempre dalla pista sono arrivati i record dell’umbra Caterina Caligiana (Atletica Capanne) che nei 1000 cadette è scesa sotto i tre minuti fermando il cronometro a 2:59.20 battendo il record di Elisa Capponi che resisteva dal 2010, e quello di Daniel Battaglia nei 2000 Siepi. L’atleta della Runners Ciampino vince la prova con il tempo di 6:03.45 ritoccando il primato che già gli apparteneva e centrando il minimo per i Campionati Europei di Gerusalemme. Due primati arrivano anche dal lancio del disco. La cadetta Jolanda Travaglini (Astra Atletica Roma) ha scagliato l’attrezzo a 25.23, emulata dal coetaneo Duccio Bernardi (Uisp Atletica Siena) che ha stabilito il nuovo primato del Bravin con 41.11.

Fra le gare più attese quelle delle staffette 4X100 cadetti, che hanno chiuso la manifestazione che hanno visto la vittoria rispettivamente della formazione maschile della Velocemente Accademy (Manca Turchi, Ippoliti, Stanghellini), formazione allenata dalla pluri-campionessa azzurra Marisa Masullo che ha fermato il tempo a 45.40, e dalla formazione femminile del Nissolino Atletica (Baruffi, Maestri, Fiorenza, Canepuccia) in 52.38.

Il prestigioso Trofeo Bravin, che ogni anno viene assegnato al miglior cadetto/a e al miglior allievo/a, è andato rispettivamente a Diego Nappi e ad Alice Calvaruso (Acsi Italia Atletica) che ha corso i 400 mt. in 58.05.

In base ai risultati i premi per società sono andati all’Astra Atletica Roma per la categoria cadetti, alle Fiamme Gialle Simoni per cadette e allievi e all’ Acsi Italia Atletica per la categoria allieve.


L’evento, che andrà in scena sabato 4 giugno nello stadio Paolo Rosi, è la più longeva manifestazione giovanile di atletica leggera che si svolge in Italia- L'Evento sarà presentato ufficialmente alla stampa lunedì 30 maggio alle ore 11.30 in Campidoglio

 

IL 4 GIUGNO TORNA A ROMA IL TROFEO GIORGIO BRAVIN CHE SPEGNE 55 CANDELINE

 

Sabato 4 giugno andrà in scena la 55^ edizione del Trofeo Giorgio Bravin, manifestazione giovanile che è di gran lunga la più longeva fra quelle che si svolgono in Italia. Il Trofeo nasce nel lontano settembre del 1965 per volontà del Centro Sportivo Fiamma, ed è intitolato a Giorgio Bravin, un bersagliere volontario era uno dei tanti, anzi dei troppi, giovani italiani sacrificati dalle follie della guerra. Carlo Alberto Guida ha ricordato molti anni fa - era il 1984, edizione del ventennale - che Giorgio Bravin si è immolato a vent’anni nella difesa del confine orientale. Era l’ottobre del 1943. L’evento è da sempre organizzato da Asi, con il patrocinio della Fidal, e da quest’anno con il sostegno dell’Assessorato allo sport di Roma Capitale e della Regione Lazio

Il Trofeo Bravin ha avuto nel corso degli anni come teatro tutti gli impianti storici dell’atletica romana: lo Stadio Paolo Rosi (dove si svolgerà l’edizione 2022), lo Stadio Olimpico, lo Stadio Dei Marmi, la Stella Polare di Ostia, lo Stadio della Farnesina e lo Stadio Nando Martellini.

La manifestazione, nel corso di questi 55 anni ha fatto la storia sportiva della regina degli sport lanciando nell’Olimpo dell’atletica nazionale grandissimi campioni i quali, proprio sulle piste dell’evento romano, hanno avuto modo di mettersi in mostra e di spiccare il volo verso traguardi internazionali.

L’ultimo in ordine di tempo a guadagnarsi la vetrina più prestigiosa è stato Lorenzo Patta, frazionista nella staffetta 4X100 oro a Tokyo, protagonista in due diverse edizioni del Bravin. Fra i più recenti anche Dalia Kaddari, semifinalista nella gara dei 200 metri alle Olimpiadi, vincitrice del Trofeo Bravin nel 2016 fra i cadetti, e Massimilano Luiu secondo ai Campionati mondiali under 20 del 2021 nel salto, vincitore del Trofeo Bravin nel 2017 come miglior cadetto e nel 2019 come miglior allievo, e Greta Donato, figlia d’arte, che sulle piste romane ha vinto il triplo nel 2021.

Questi nomi vanno ad aggiungersi ai miti dell’atletica italiana Pietro Mennea, Gabriella Dorio, Franco Fava, Fabrizio Donato, Alessandro Lambruschini, Francesco Panetta che il Trofeo lo hanno vinto agli albori della loro carriera.

Il Trofeo Bravin, come tradizione, sarà riservato alle categorie allievi e cadetti. Nutrito anche quest’anno il programma delle gare che prenderanno il via alle ore 14.45. Oltre ai premi per i vincitori ai migliori risultati tecnici della categoria allievi/e della categoria cadetti/e sarà assegnato il Trofeo G. Bravin e saranno stilate classifiche per società, che premieranno i migliori team in ognuna delle quattro categorie.




Running In Rome

 

IL MARATONETA ©
notiziario in linea del  Marathon Club Roma