Dal 1998, tanti tentativi di imitazione!                       

 





CAPOTOSTI

 

 

MARATONISSIMA
Notizie,statistiche, curiosità dal mondo della  Maratona 2017

Brescia Art Marathon
12 marzo

In una Brescia baciata dal sole, ieri mattina quasi cinquemila partecipanti hanno preso parte alla quindicesima edizione della Brescia Art Marathon.

E pronostico della vigilia ampiamente rispettato per le due gare clou della giornata, quelle riservate alla distanza olimpica della maratona, con il Kenia a colorare interamente il podio maschile e l’etiope Haymanot Shewe ad impossessarsi dello scettro della corsa dedicata alla donne. E’ stata la vittoria dei campioni, così come quelle delle centinaia di semplici persone che hanno voluto prendere parte a quella che per i più è stata interpretata come una vera festa; ma è stata la vittoria anche di un comitato organizzatore che esce a testa altissima dopo aver allestito un evento per certi versi non facile da allestire.

Molti timori dell’Asd Young Runners, che con la collaborazione di Rosa Associati, si sono incaricati di approntare questa edizione della BAM, erano rivolti alla non chiusura del traffico perché a differenza degli scorsi anni la consueta «giornata ecologica» non era stata messa in cantiere ed invece tutto è filato liscio per la soddisfazione di chi ha organizzato e di chi per strada ha corso in tutta sicurezza.

IL COLPO D’OCCHIO che regala lo stradone di Viale Europa alle ore 9,15 precise, quando viene mosso il via alla Bam 2017, è molto simile a quello spesso ammirato nelle maratone delle metropoli italiane e straniere. L’incremento del numero dei partecipanti, cresciuto a vista d’occhio nelle ultime stagioni, è il segno più tangibile della bontà organizzativa dello staff che fa capo a Loretta Pagliarini ma anche della voglia di correre e di star bene che si è impossessata di un numero sempre maggiore di appassionati bresciani.

Il podio monopolizzato dagli atleti keniani è ormai un classico per la Brescia Art Marathon ed anche in questa quindicesima edizione sono stati proprio i campioni portati in Italia dalla famiglia Rosa a farla da padrona. Ha vinto con l’ottimo tempo di 2h 09’47” Bernard Too, giovane atleta degli altipiani del continente nero al suo esordio sulla distanza. Too, che alla mezza maratona era passato in 1h03’31” in compagnia dei connazionali e compagni di squadra, Kennedy Cheboror e Magut Kwambay, si è presentato da solo sul rettilineo d’arrivo posto in una gremitissima Piazza Loggia. Il primo dei tre a staccarsi era stato Kwambay, che ha ceduto al passo di Too e Cheboror attorno al 35esimo chilometro. La vittoria di Bernard Too prende corpo invece al passaggio del 40esimo, quando con un deciso allungo fiacca la resistenza di Cheboror. Alle spalle dei tre imbattibili atleti africani è giunto un grande Marco Ferrari, bresciano dell’Atletica Paratico, specialista delle lunghe distanze, ma che con la maratona di Brescia ribadisce uno speciale feeling dopo quella ottimamente conclusa nel 2015 con vittoria (Gosa Tafe Megersa e James Onkoba corsero fuori gara). Rilevante il crono di Marco Ferrari, 2h28’59” che abbassa di quasi due minuti la sua precedente miglior prestazione: una prestazione davvero convincente.

NELLA MEZZA MARATONA successo per il ligure Corrado Pronzati (1’09’17”), davanti ai due bresciani mauro Gibellini (San Rocchino) e Silvio Gobbini (Atletica pertica Bassa), rispettivamente con il tempo di 1h14’23” e 1h14’38”. In campo femminile ha vinto Marinella Guida (X Bionic Running Team), davanti alla bresciana da quest’anno in casacca Altetica di Lumezzane, Enrica Carrara, che ha conquistato un podio davvero prestigioso.

Affermazioni infine tutte per atleti nostrani nella «Brescia Ten», grazie ai successi in ambito femminile di Patrizia Tisi (Atletica Paratico), davanti alla rientrante Silvia Casella (Free Zone) ed a Monica Pont Chafer (Free Zone), ed a Abdellah Zahouan (Atl. Chiari) in campo maschile. E appuntamento all’anno prossimo per una nuova edizione della Brescia Art Marathon.


le classifiche complete  con i Laziali

 

torna all'indice di Maratonissima
 



Running In Rome

 

IL MARATONETA ©
notiziario in linea del Marathon Club Roma